Giugliano si riappropria dei suoi tesori: domani due quadri rubati a Santa Sofia tornano in città

Giugliano si riappropria dei suoi tesori: domani due quadri rubati a Santa Sofia tornano in città

Domani torneranno a Giugliano due quadri rubati anni fa alla chiesa di Santa Sofia. Due dei cinque dipinti trafugati dalla Collegiale di Santa Sofia e ubicati nell’abside della cappella di San Giuliano domani saranno riconsegnati alla città.

La consegna avverrà ad Ancona dove le opere sono state ritrovate e a portarli nuovamente in città saranno il presidente della Pro Loco Domenico Savino, il presidente del consiglio Luigi Sequino, il consigliere Francesco Iovinella e il professor Tobia Iodice. I quadri saranno riconsegnati ufficialmente al Rettore della Chiesa di Santa Sofia Don Luigi Ronca.

I dipinti di inestimabile valore opera dell’artista Pacecco De Rosa furono trafugati oltre dieci anni fa durante la notte. I delinquenti si chiusero dentro e portarono via di tutto. I carabinieri sono riusciti a risalire a Giugliano grazie al catalogo “30 anni di furti d’arte” redatto proprio dalla Pro Loco di Giugliano. I quadri erano a casa di un possidente anconetano e solo grazie ai telai che erano ancora presenti nella chiesa si è riusciti ad incastrare l’imprenditore e a scoprire il traffico di opere d’arte.
Ora non resta che continuare le indagini per scoprire anche dove sono nascoste le altre tre opere di Pacecco De Rosa.