Giugliano. Rifiuti, due nuovi impianti: è polemica. Guarino Udc: “Pronti alle barricate”. Palma: “No a prescindere”

Giugliano. Rifiuti, due nuovi impianti: è polemica. Guarino Udc: “Pronti alle barricate”. Palma: “No a prescindere”

Due nuovi impianti per il trattamento dei rifiuti sarebbero pronti per essere costruiti a Giugliano. E’ stato questo l’annuncio del vicepresidente della regione Fulvio Bonavitacola durante un incontro che ha tenuto sabato con i capigruppo consiliari, il sindaco e la deputata Giovanna Palma. Il braccio destro di De Luca ha comunicato che la Regione ha intenzione di realizzare da un lato un impianto di compostaggio all’interno dello stir. Dall’altro nella ex centrale turbogas dell’Enel, per intenderci lì dove doveva sorgere l’inceneritore, un impianto per il trattamento delle ecoballe che devono essere smaltite. Ma a detta dei presenti Bonavitacola non ha presentato loro alcun progetto.

Subito dopo l’incontro si sono scatenate le reazioni politiche. L’opposizione compatta si è detta contraria a qualsiasi nuovo impianto sul territorio. Anche lo stesso Pd di Giugliano con i consiglieri Castaldo e D’Alterio ha fatto sapere di non condividere quanto annunciato dal vicepresidente della regione.

Non trova sostegno neppure in maggioranza il piano della regione. I Verdi hanno detto di essere contrari alla decisione di collocare sul territorio giuglianese altri impianti di trattamento dei rifiuti, senza prima approfondire le ricadute precisano però la loro contrarieta’ non all’impianto in se’ ma alla localizzazione.
L’Udc invece si dice pronto alle barricate.