Giugliano, rapito un bimbo di 8 anni: controlli a tappeto delle forze dell’ordine

Giugliano, rapito un bimbo di 8 anni: controlli a tappeto delle forze dell’ordine

Giugliano. Controlli a tappeto per ritrovare Stefano, bimbo rom di 8 anni. Il piccolo è scomparso da 22 giorni da una casa famiglia di Cassino, dove era finito insieme alla sorella dopo la decisione del tribunale dei minori. A riportare la notizia è il sito napolinordwebtv.it. 

Stefano sarebbe stato rapito da suo padre. L’uomo – al momento irreperibile e ricercato da carabinieri e polizia – lo scorso 1 agosto si sarebbe introdotto nella struttura a volta coperto insieme ad un’altra persona e, minacciando il personale con un coltello, avrebbe portato via il figlio che gli era stato tolto dai giudici. La famiglia è residente nell’ex campo 7 di Masseria del Pozzo a Giugliano, accampamento ora situato nell’area dell’ex fabbrica di fuochi d’artificio sulla circumvallazione esterna. Il padre avrebbe risposto poco dopo la fuga alle operatici della casa famiglia e telefonicamente avrebbe detto “lo riporto domani”.

Indagini a tutto campo negli ultimi giorni da parte delle forze dell’ordine ma per ora nessuna traccia. La famiglia, oltre a Giugliano, sosterebbe spesso anche a Roma e pure lì proseguono le ricerche per Stefano. Gli accampamenti sono stati passati al setaccio. Il padre è accusato di sottrazione di minore.