Giugliano, rapine con la tecnica del “finto incidente”. Ecco come funziona

Giugliano, rapine con la tecnica del “finto incidente”. Ecco come funziona

Il caso della signora di Qualiano vittima di una rapina sulla strada provinciale Giugliano – Parete non sarebbe l’unico. Negli ultimi mesi gli episodi criminali ai danni di poveri cittadini sono numerosi.

La tecnica. La tecnica adottata dai criminali è nota. I casi sono stati denunciati e segnalati sull’asse mediano, sulla via Appia (che collega Melito, Aversa, Sant’Antimo e Giugliano), sulla circumvallazione esterna (da Casoria a Qualiano) e sulle strade provinciali che collegano la provincia di Napoli a quella di Caserta. I malviventi adocchiano l’autovettura della vittima. Quasi sempre si tratta di una donna o di un anziano che viaggia solo. L’auto viene tamponata. A quel punto scatta la sceneggiata del “finto incidente”.

La rapina. Dopo il tamponamento, l’ignaro automobilista accosta per accertarsi dei danni. I banditi entrano in azione: uno dei due scende dalla sua vettura e obbliga il malcapitato con la forza ad abbandonare il veicolo: se oppone resistenza lo strattona e la scaglia fuori dall’abitacolo con la forza. Completata l’azione criminosa, il rapinatore sale sulla vettura dell’automobilista e scappa a tutto gas.

Cosa fare. I malviventi agiscono armati, a volto coperto. Spesso non si accontentano dell’auto e, sotto la minaccia di una pistola o di un coltello, intimano all’automobilista di consegnare anche oggetti di valore come smartphone o monili. Le forze dell’ordine suggeriscono ai malcapitati di non accostarsi se vittime di un tamponamento “sospetto”, ma di proseguire dritto e di allertare immediatamente le forze di pubblica sicurezza.

L’ultimo episodio. Ha sollevato indignazione e paura il video pubblicato da Il Mattino della 40enne di Qualiano violentemente rapinata l’altro ieri mattina. Un’auto scura con due uomini a bordo ha tamponato leggermente una Matiz che la precedeva, guidata dalla donna, che dopo pochi metri si è fermata per capire i danni. Qui è partita la violenza.

La vittima è stata trascinata fuori da un ragazzo con passamontagna che l’ha presa per i capelli. La 40enne ha provato a fermare l’auto, ci si è aggrappata ed è stata spinta sull’asfalto, priva di sensi. Il tutto è durato pochi attimi. Poi sono intervenuti subito alcuni passanti che hanno portato la donna in ospedale. Per fortuna non è in pericolo di vita, anche se ha ferite profonde al volto e al corpo.