Giugliano. Questione commercio, l’opposizione attacca Poziello: “Basta contributi alle solite associoazioni”

Giugliano. Questione commercio, l’opposizione attacca Poziello: “Basta contributi alle solite associoazioni”

GIUGLIANO. “La scorsa settimana i dirigenti locali dell’ASCOM e della CNA hanno emesso un durissimo comunicato congiunto nei confronti dell’Amministrazione Comunale, accusandola che “ per l’ennesima volta hanno richiesto dei tavoli di confronto come in ogni città è consuetudine effettuare con cadenza mensile, il tutto per discutere, confrontarci e proporre iniziative e progetti su tutte le tematiche di una città difficile quale è diventata Giugliano”. A tale richiesta non hanno avuto risposta fattiva. Come sempre a risposto il Sindaco in modo contorto, sibillino e fumoso, dicendo che l’Amministrazione sta lavorando per la Città, a fare cosa non si sa o forse si sa, ad interessarsi esclusivamente di dare contributi a pioggia per manifestazioni spesso futili e per niente adatte alla crescita sociale e culturale della città.

Mentre gli assessori al commercio e alla viabilità non sono pervenuti, sono anche loro al lavoro per interessarsi di cosa, se vengono accusati dagli addetti ai lavori della loro evanescenza? Le forze di opposizione in Consiglio Comunale vanamente in questi due anni hanno evidenziato la crisi che attraversa il settore del commercio nella nostra Città.

Manca da parte di questa Amministrazione una programmazione concreta per dare uno sviluppo ed un futuro al commercio, attività imprenditoriale indispensabile per creare lavoro. I problemi legati alla sicurezza rendono i commercianti in balia di una criminalità sempre più aggressiva, nonostante l’ottimo lavoro delle forze dell’ordine. L’assenza di un piano articolato per il rilancio del Commercio in tutta la Città rischia di vanificare il lavoro di imprenditori che hanno investito o che vogliono investire sul nostro territorio. La lentezza di Lavori di rifacimenti stradali interminabili che strangolano le attività commerciali sull’intera area del centro storico e di tutta l’area circostante. La mancanza di una lucida inversione di tendenza che preveda incentivi e sgravi per le attività commerciali e la loro diversificazione territoriale.

L’assenza politica e programmatica degli Assessori al Commercio e alla Viabilità. La mancanza di un tavolo di concertazione programmatico stabile tra gli assessori e le sigle sindacali del settore. La previsione di una grande presenza programmatica di rilancio del commercio e del turismo su Licola, Lago patria e Varcaturo. Le Forze di opposizione in Consiglio comunale continueranno a battersi in modo più pressante al fianco dei commercianti, ritenendo questo un settore trainante per lo sviluppo e l’economia del paese. Saremo vicini alle Associazioni di categoria anche con azioni sinergiche rivolte alla concreta risoluzioni dei problemi del commercio a Giugliano”.

Vincenzo Basile Luigi Guarino Alfonso Sequino Anna Russo Raffaele Migliaccio Francesco Aprovitola Rosario Ragosta

 

“Invece di sbandierare dati su arresti come se fosse un sindaco-sceriffo, il Sindaco s’impegni per programmare vere attività sociali e culturali per sottrarre i giovani dalle mani pericolose della malavita”. Il gruppo consiliare Pd di Giugliano, composto da Nicola Pirozzi (capogruppo), Adriano Castaldo, Diego d’Alterio e Mena Sabatino, ed il segretario del Circolo Pietro di Girolamo rispondono così alle recenti esternazioni del Sindaco sulle questioni commercio e sicurezza. “Sottoscriviamo l’appello delle associazioni di categoria sull’assenza dell’Amministrazione sul tema della sicurezza. Il sindaco prima dice che è compito del Prefetto assicurare l’invio di più forze dell’ordine sul territorio, poi addirittura, attraverso un comunicato si prende i meriti delle operazioni messe in campo delle forze dell’ordine. Dobbiamo ringraziare unicamente Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza per il grande lavoro che stanno facendo sul territorio. Piuttosto il Sindaco pensi ad assicurare una presenza maggiore della Polizia Municipale nelle strade della città, dove si consumano, tutti i giorni, piccoli e grandi abusi, per non parlare delle oramai risse tra baby gang che si verificano con cadenza settimanale nel centro storico di Giugliano sotto gli occhi di cittadini inermi. Invece di continuare con i contributi a pioggia alle solite associazioni per organizzare eventi sporadici e scollegati – concludono il segretario Di Girolamo ed il gruppo consiliare – vorremmo sapere quali sono le linee programmatiche di quest’Amministrazione nei settori delle politiche sociali e culturali e quelle per sostenere il commercio, sempre più in affanno, in una città oramai allo sbando”.