Giugliano-Qualiano, intervento di carabinieri e Arpac al campo rom: grave situazione ambientale

Giugliano-Qualiano, intervento di carabinieri e Arpac al campo rom: grave situazione ambientale

Carabinieri della Compagnia di Giugliano guidati dal capitano Antonio De Lise nel campo rom, nella zona della ex fabbrica di fuochi d’artificio in zona Ponte Riccio, tra i comuni di Giugliano e Qualiano.

I militari dell’Arma della locale stazione, guidati dal maresciallo Bilancio, hanno effettuato controlli e sostenuto l’azione di alcuni operatori dell’Arpac, impegnati a monitorare i livelli di inquinamento ambientale all’interno del camp in alcuni terreni sequestrati dove è stata rilevata la presenza di amianto e rifiuti speciali (elettrodomestici, guaine e pneumatici). Seguiranno ulteriori rilievi di natura tecnica per accertare poi la titolarità degli appezzamenti privati e la responsabilità dei soggetti che dovranno intervenire – siano essi privati o pubblici – per bonificare i terreni e rimuovere i rifiuti presenti. La situazione igienico-sanitario nell’accampamento (che alcuni residenti dovrebbe poi lasciare per gli alloggi nell’ecovilaggio) è gravissima. Tanti i bambini che si ritrovano nudi e scalzi tra rifiuti di ogni genere ed insetti.