Giugliano. Poziello trema, la minoranza passa dalle parole ai fatti: pronti alle dimissioni di massa 

Giugliano. Poziello trema, la minoranza passa dalle parole ai fatti: pronti alle dimissioni di massa 

GIUGLIANO. Si fa incandescente il clima politico. È in corso in queste ore una riunione fiume della minoranza durante la quale i componenti dell’opposizione pare stiano facendo la classica conta per avere i numeri necessari per sfiduciare l’amministrazione Poziello. Complici alcuni ammiccamenti che avrebbero avuto da qualche componente della maggioranza con “mal di pancia politici”. Insomma la minoranza compatta sta provando a dare una spallata decisiva all’attuale sindaco. Il clima di protesta che è stato alimentato in città dall’emergenza roghi, complice anche l’assenza per motivi familiari del primo cittadino, starebbe per rendere possibile ciò che fino a pochi mesi fa era inimmaginabile, ovvero una raccolta firme per mandare a casa la giunta e tutto il consiglio comunale. 
Al momento però pare che non ci siano le firme necessarie per la sfiducia e la minoranza starebbe optando per altre manifestazioni eclatanti. 

Il dato politico che emerge è comunque quello di una minoranza compatta e granitica alla quale però mancherebbero tra le tre e le quattro firme per far tornare a Giugliano il commissario prefettizio.