Giugliano, pizzo sui lavori Piu Europa: in manette due noti camorristi

Giugliano, pizzo sui lavori Piu Europa: in manette due noti camorristi

Giugliano. Racket sui lavori nel centro storico. Due noti camorristi sono finiti in manette per gli appalti del Piu Europa, il progetto di rifacimento dei beni culturali ed architettonici dei centri cittadini. L’arresto è avvenuto nell’ambito di una brillante operazione dei carabinieri della Compagnia di Giugliano guidati dal capitano Antonio De Lise.

I due noti camorristi – Carmine Cerqua e Armando Palma, affiliati ai Mallardo, così come riporta Internapoli.it  – sono stati arrestati dai militari dell’Arma a seguito di una approfondita indagine scaturita dalla denuncia delle vittime.

Secondo le prime indiscrezioni, pare che i due malviventi avessero chiesto il racket a una delle ditte appaltatrici dei lavori rientranti nel progetto europeo di restyling e rifacimento del centro storico di Giugliano. Il cantiere finito nel mirino degli estorsori era quello aperto per la ristrutturazione di due chiese della città.