Giugliano. La giunta non approva il rendiconto: nominato commissario

Giugliano. La giunta non approva il rendiconto: nominato commissario

GIUGLIANO. Ritardi nell’approvazione di atti successivi al bilancio, il presidente del consiglio comunale nomina un commissario. A Giugliano la giunta non ha ancora approvato il rendiconto di gestione del 2016, l’atto con cui vengono riassunti tutti i flussi di cassa avvenuti durante l’anno.

Per questo motivo il presidente Luigi Sequino ha nominato commissario ad acta il dirigente del settore finanze Gerardo D’Alterio che entro venti giorni dovrà provvedere all’approvazione di questo atto fondamentale, pena lo scioglimento del consiglio comunale. All’interno del rendiconto, che arriverà poi all’esame dell’aula, è riassunto quanto è stato speso nell’arco dell’anno precedente sulla base del bilancio previsionale. Atto che spetta approvarlo alla giunta ma che non lo ha fatto e dunque adesso dovrà provvedere il commissario D’Alterio.   

Intanto nell’ultima conferenza di capigruppo sono state fissate le prossime tre sedute tra consiglio e question time. Il 22 maggio alle 17.30 si terrà la seduta di consiglio comunale che era prevista per la scorsa settimana (rinviata a causa della morte di Umberto Sequino). All’ordine del giorno debiti fuori bilancio, il regolamento per il mercatino di via Signorelle a Patria, approvazione del regolamento dell’elenco degli operatori economici per gli affidamenti degli appalti sotto-soglia, l’accordo di programma tra i comuni di Bacoli, monte di procida, giugliano e pozzuoli per la riorganizzazione del sistema della mobilità e della fruizione dei siti del parco archeologico dei campi flegrei. Mentre il 31 maggio alle 9.30 e il 12 giugno si terranno due sedute di question time. Ben 25 le interpellanze già presentate dai consiglieri che saranno discusse durante le due sedute. La minoranza chiederà spiegazioni sulla questione ambientale, lo spartitraffico di via Basile, i lavori di via Colonne e lo streaming.