Giugliano, i fratelli Dell’Aquila restano in cella

Giugliano, i fratelli Dell’Aquila restano in cella

Giugliano. Niente scarcerazione per decorrenza dei termini per i fratelli Giovanni e Domenico Dell’Aquila. La richiesta presentata dai legali (gli avvocati Antonio Dell’Aquila e Raffaele Quaranta) è stata rigettata quest’oggi dai giudici della Corte d’Appello di Napoli. Adesso ci sarà il ricorso al Tribunale del Riesame.

I due (fratelli del boss Giuseppe Dell’Aquila detto ‘o ciuccio, ritenuto uno dei principali ras del clan Mallardo) condannati già in primo grado, potevano tornare liberi perché sarebbe stato superato il limite dei 6 anni prima della sentenza di secondo grado.

Il blitz, che ha portato poi alla condanna in primo grado nell’inchiesta denominata Arcobaleno, risale al marzo 2010. Giovanni Dell’Aquila era stato condannato a 14 anni mentre Domenico a 13 anni e 6 mesi.

Nell’operazione dell’Antimafia furono sequestrati beni per 400 milioni di euro.