Giugliano devastata dai roghi tossici: la lettera disperata di Poziello alle istituzioni

Giugliano devastata dai roghi tossici: la lettera disperata di Poziello alle istituzioni

Al Presidente del Consiglio dei Ministri
Al Ministro dell’Interno
Al Presidente della Regione Campania
Al Prefetto di Napoli
Al Procuratore della Repubblica di Napoli Nord

  • Oggetto: richiesta dichiarazione stato di calamità, di interventi urgenti per la sicurezza dei cittadini e di convocazione del Comitato per l’ordine e la sicurezza presieduto dal Ministro dell’Interno.

Da giorni la nostra città è trasformata in un campo di battaglia. Decine di incendi ogni giorno stanno bruciando tutto quello che può andare in fiamme. A dispetto di ogni nostro tentativo di prevenzione. Viviamo la frustrazione di non sapere dove i piromani colpiranno, ma con la certezza che lo faranno. Le fiamme hanno colpito case, attività economiche, terreni. Hanno messo a rischio cose e persone. Lasciando cittadini ed amministratori sgomenti. Di fronte alla evidente impunità per i criminali che stanno mettendo a ferro e a fuoco la città. Dando a tutti noi un senso di impotenza di fronte alla circostanza che nemmeno uno dei piromani in azione sia stato individuato ed arrestato.

Mettendo in evidenza anche la debolezza dei sistemi di protezione dei cittadini, che andranno rivisti alla luce di quanto sta accadendo: vedere le fiamme avanzare in attesa che arrivino i Vigili del Fuoco è qualcosa che non vorremo rivivere mai più. È necessario dichiarare lo Stato di calamità, ma non basterà. È necessario dispiegare l’Esercito, ma non basterà. È necessario che le Forze dell’Ordine si mettano sulle tracce dei delinquenti che stanno appiccando gli incendi e dei loro mandanti, ma non basterà.

Oggi qui, nella terra dei fuochi andata in fumo, lo Stato ha perso. Le istituzioni tutte sono sconfitte. Chiediamo la convocazione di Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica e che sia lo stesso Ministro dell’Interno a presiederlo. Chiediamo attenzione e atti concreti e forti. Oggi la credibilità dello Stato è andata in fumo, è necessario per tutte le Istituzioni riguadagnare l’onore ed il rispetto perduto.

Il Sindaco
Dott. Antonio Poziello