Giugliano, controlli a tappeto e perquisizioni della polizia: 3 nei guai

Giugliano, controlli a tappeto e perquisizioni della polizia: 3 nei guai

Giugliano. Al fine di aderire alla richiesta dei cittadini, in un periodo in cui è in crescita un allarme sociale, non tanto dettato dalla criminalità comune, ma da una mancata percezione di sicurezza, la Polizia di Stato, al fine di garantire il rispetto delle regole e della legalità in genere, ha effettuato una serie di mirati controlli.

Con l’insediamento del Primo Dirigente Pietro Paolo Auriemma, infatti, gli agenti  del Commissariato di P.S. “Giugliano-Villaricca”, questa settimana, hanno effettuato una serie di servizi di prevenzione e controllo del territorio, con particolare attenzione nelle zone ove sono ubicati i centri commerciali.

Più di 80, gli agenti della Polizia di Stato, impiegati in strada a bordo di Volanti. Sono stati identificati più di un centinaio di persone, controllati una cinquantina di veicoli, elevate contravvenzioni ai sensi del C.d.S. nonché, sono stati rinvenuti ben 6 veicoli, risultati compendio di furto.

Controllate anche 24 persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale. Tre le persone denunciate, in stato di libertà, in circostanze diverse.

Un 45enne, infatti, è stato denunciato in quanto responsabile del reato di evasione dal regime degli arresti domiciliari, a cui era sottoposto.

Un 34enne di Villa Literno (CE), S.G., invece, è stato sorpreso mentre rubava capi di abbigliamento all’interno di un negozio del Centro Commerciale Auchan, così come un 20enne di S. Antimo (NA), R.E. che, in compagnia del nipotino, è stato notato mentre s’impossessava di uno smartphone da un negozio di elettronica, ubicato nel citato centro commerciale.

Entrambi i denunciati, dovranno rispondere del reato di furto aggravato.