Giugliano, cade da capannone dopo l’incendio: muore Giovambattista Panico. VIDEO

Giugliano, cade da capannone dopo l’incendio: muore Giovambattista Panico. VIDEO

Tragedia a Giugliano mentre gli incendi continuano a devastare gran parte della Campania. Un uomo è morto oggi pomeriggio dopo il rogo che ha distrutto un capannone stamani sulla circumvallazione esterna nei pressi del distributore di carburanti Q8. La vittima, stando ad una primissima ricostruzione, sarebbe caduto dopo essere salito su una struttura adiacente a quella distrutta dalle fiamme.

Si tratta di Giovambattista Panico, classe ’64, ex presidente del consorzio di bacino ed ex consigliere comunale, titolare della ditta di trasporti Gepa Tour. Era uno dei soci dal capannone danneggiato dalle fiamme ed a quanto pare era salito per documentare e fare la conta dei danni del rogo. Poi è crollato un lucernario e l’uomo è morto sul colpo. Inutile l’arrivo dei soccorritori. Sul caso indaga la polizia del locale commissariato. Sul posto c’è la Scientifica.

Secondo una prima ricostruzione, le fiamme che hanno incenerito il capannone da cui è caduto l’ex consigliere sono divampate sulla circumvallazione esterna. Prima hanno preso fuoco le sterpaglie, poi l’incendio si è propagato, spinto dal vento, fino al capannone industriale “Il deposito incantato“, un deposito di frutta dove lavoravano alcuni operai, messisi in fuga al momento dell’incendio. Le fiamme hanno mandato in fumo anche due veicoli. Nel rogo ha perso la vita anche un cane.

“Semplicemente affranti. Apprendiamo del tragico incidente costato la vita a Giovambattista Panico, per anni Consigliere comunale di Giugliano. – lo afferma il sindaco di Giugliano, Antonio Poziello – Da una prima ricostruzione, Giovanni era salito sul tetto di un capannone, di cui era proprietario con altri soci, nei pressi della Circumvallazione esterna, per verificare i danni arrecati dall’incendio che stamattina aveva colpita anche altre proprietà. Il lucernario su cui era salito avrebbe creduto. I comuni amici che erano presenti, mi hanno riferito che a nulla sono valsi i soccorsi. Non ho parole per commentare. Sono addolorato per la perdita di un amico. Esprimo ai sui cari la vicinanza mia e dell’Amministrazione tutta.”