Giugliano, aveva creato una discarica abusiva: nei guai un 35enne

Giugliano, aveva creato una discarica abusiva: nei guai un 35enne

Giugliano. Abbandonava carcasse di elettrodomestici nelle campagne dopo aver recuperato le parti in metallo. Denunciato il gestore di una vera e propria discarica abusiva, R.G. 35enne di Giugliano. Gli uomini della Unità Operativa Ambientale della Polizia Municipale, coordinati dal Comandante Petrillo, lo hanno intercettato e seguito sulla Domitiana.

Era alla guida di un automezzo carico di elettrodomestici. Il pedinamento ha consentito di individuare una vera e propria attività di traffico e riciclaggio di rifiuti.  Sequestrata una vasta area, a ridosso della Domitiana, adibita a discarica. Qui, senza alcuna autorizzazione ed in dispregio delle più elementari norme di sicurezza e senza alcun sistema per minimizzare l’inquinamento del suolo e la dispersione dei gas refrigeranti, venivano smontati elettrodomestici per recuperare ferro e altri metalli nobili.

Le carcasse e le parti non recuperabili venivano poi smaltire nelle campagne retrostanti ed incendiate.
“C’è un’attenzione alta da parte della Polizia Municipale sui reati ambientali e lo smaltimento illegale dei rifiuti – commenta il Sindaco, Antonio Poziello -. Tra pedinamenti e telecamere sono stati individuati centinaia di farabutti che sono stati denunciati e contravvenzionati. Ci auguriamo che l’opera di repressione in atto possa servire a ridurre il numero dei farabutti che scambiano le nostre campagne per le loro discariche o il loro inceneritore a cielo aperto”.