Giugliano, accusato di aver rapinato sigarette da un furgone finisce ai domiciliari. Di Vivo torna a casa

Giugliano, accusato di aver rapinato sigarette da un furgone finisce ai domiciliari. Di Vivo torna a casa

E’ agli arresti domiciliari Sabatino Di Vivo, il 27enne di Giugliano che era in stato di fermo su disposizione della Procura di Napoli Nord. Il ragazzo è accusato di aver portato a termine, insieme a dei complici in corso di identificazione, una rapina a mano armata ai danni di due dipendenti di una ditta di Casoria che conducevano un furgone carico di sigarette.

In sede di udienza di convalida, difeso dall’avvocato Michele Giametta, Di Vivo ha ottenuto su disposizione del Gip gli arresti domiciliari. Respinta l’istanza del Pubblico Ministero, che invece chiedeva per lui la misura dell’arresto in carcere. Il 27enne da Poggioreale è così tornato a casa.