Giallo di via Caravaggio, la sorella del tassista ucciso: “I vicini riferiscono solo pettegolezzi”

Giallo di via Caravaggio, la sorella del tassista ucciso: “I vicini riferiscono solo pettegolezzi”

E’ ancora un giallo la morte di Francesco Bosco, il 47enne trovato morto in casa a Fuorigrotta, in via Caravaggio. La sorella della vittima, Amalia Bosco, tramite il suo avvocato, Viviana D’Arbitrio, fa sapere: “Le indagini sono in corso, e vi è profonda fiducia negli inquirenti, ma proprio perché le indagini sono ancora aperte e a tutto campo si gradirebbe un po’ più di rispetto per la memoria del defunto. Non è affatto piaciuta la messa in onda di interviste ad alcuni vicini che riferiscono dicerie e non dati oggettivi, i pettegolezzi non sono elementi utili nè necessari alle indagini. Si chiede anche di non fantasticare facendo ipotesi campate in aria, ma di lasciare agli investigatori l’esclusiva facoltà di spaziare nelle ipotesi che dovranno poi essere riscontrate”.