“Furbetti del cartellino” a Parete, annullata l’ordinanza per 4 dipendenti

“Furbetti del cartellino” a Parete, annullata l’ordinanza per 4 dipendenti

Parete. Accusati di assenteismo, annullato il provvedimento. L’ottava sezione del Tribunale della Riesame di Napoli, presieduta dal dott. Vito Maria Giorgio Purcaro (a latere dott. sse Sabrina Calabrese e Chiara di Benedetto) hanno annullato l’ordinanza interruttiva emessa a luglio scorso dal gip del  tribunale di Napoli Nord – dott. Buccino Grimaldi (il quale aveva già solo parzialmente accolto la richiesta del pm Corona) per Angelo Di Sarno, Giovanni Pezone (difesi dall’avvocato, Marco Monaco), Pasqualino Chianese (difeso dagli avvocati Pietro Chianese e Marco Monaco) e Francesco Pezone (difeso dall’avvocato Fabio Della Corte).

I quattro, LSUdel Comune di Parete, erano stati accusati, dopo una indagine dei carabinieri delle locale stazione, coordinati dal maresciallo Pulicani, di aver fraudolentemente usato il badge segnalatore di presenza sul posto di lavoro. Secondo l’accusa gli indagati timbravano pur non recandosi poi effettivamente a lavoro. Tra quarantacinque giorni le motivazioni del provvedimento di annullamento.