Frutta fuorilegge, maxisequestro al mercato di Marano

Frutta fuorilegge, maxisequestro al mercato di Marano

Marano. I Carabinieri del Comando Politiche Agricole e Alimentari – Nucleo di Salerno (competente per l’Italia meridionale), con l’ausilio dell’Arma territoriale, hanno controllato 15 aziende presso il mercato ortofrutticolo di Marano di Napoli. I militari hanno sequestrato 9 tonnellate di ortofrutticoli freschi e conserve di pomodoro, mancanti della documentazione di “filiera” attestante la provenienza geografica ed il produttore, in violazione delle norme comunitarie e nazionali che stabiliscono i principi ed i requisiti generali per la sicurezza alimentare, specie in un’area fortemente segnata da aggressioni alla salubrità ambientale e alimentare.

L’azione del Reparto specializzato dell’Arma, a presidio di beni essenziali di largo consumo, ha scongiurato che finissero sulle tavole dei cittadini patate, cipolle, melanzane, cavolfiori, castagne di cui si sconosce la provenienza geografica ed il produttore nonché migliaia di bottiglie contenenti passata di pomodoro, tutte prive di etichetta e di qualsivoglia informazione circa il laboratorio di trasformazione, potenzialmente dannosi per la salute anche sotto il profilo igienico-sanitario.