Franco Di Mare lascia la moglie per una 24enne? “Vi dico io la verità”

Franco Di Mare lascia la moglie per una 24enne? “Vi dico io la verità”

E alla fine è arrivata l’ammissione con un post pubblicato su Facebook denso di dettagli privatissimi: Franco Di Mare ha confermato di avere una relazione con Giulia, la bella 24enne che Alberto Dandolo aveva per primo individuato quale giovane fiamma del conduttore di Uno Mattina che, per lei, avrebbe lasciato la moglie Alessandra.

“Mai avrei immaginato di dover scrivere di mie questioni private in questo spazio aperto a tutti. Sono sempre stato portato a stare lontano dal gossip e ho sempre creduto che le questioni personali (e a maggior ragione quelle intime) dovessero restarsene saldamente ancorate nella sfera impenetrabile del privato” – ha esordito Di Mare nella spiegazione scritta ai fan della rete – “Ma poiché, nelle scorse ore, sono circolate molte notizie false sul conto mio e di altre persone che amo, credo di dovere qualche precisazione e qualche chiarimento anche perché me lo impone la mia, seppur risibile, visibilità”.

In sostanza, Di Mare ha confermato la relazione con Giulia precisando però – oltre al fatto che la ragazza non fa la barista com’era stato raccontato – che non sarebbe certo lei la responsabile della fine del suo matrimonio con la moglie Alessandra.

“Il mio matrimonio è purtroppo naufragato qualche anno fa (…) Dopo anni di separazione di fatto, a me è successo di incontrare un’altra persona. Capita. E per certi aspetti è una benedizione. Vuol dire che la vita va avanti, se si è capaci di rimettersi in gioco” ha aggiunto ancora il giornalista. “Giulia è arrivata nella mia vita cinque anni dopo la mia separazione da Alessandra, quando vivevo da solo, e dunque – com’è evidente – non ha alcuna responsabilità nel fallimento del mio matrimonio. Nessuna”.

Quanto all’età della giovane compagna, “diciamo che non ho mai avuto predilezioni anagrafiche di questo tipo, per così dire” ha commentato Di Mare, per poi concludere: “Il fatto è che non avevo messo in conto che, molto banalmente, il cuore conosce ragioni che la ragione non conosce, come diceva Blaise Pascal molto prima di diventare un bigliettino nei cioccolatini”.