Forse la velocità o la strada scivolosa la causa dell’impatto sull’asse mediano. Uno dei conducenti è fuggito dall’ospedale

Forse la velocità o la strada scivolosa la causa dell’impatto sull’asse mediano. Uno dei conducenti è fuggito dall’ospedale

Tragico scontro la notte di Natale lungo l’asse mediano. A perdere la vita una donna di 85 anni, Anna Costa, di Casalnuovo. L’anziana aveva trascorso le festività a casa con i parenti che la stavano accompagnando di nuovo  nella casa di riposo di Giugliano dove alloggiava. Feriti il figlio Ciro Ilardi, ricoverato al San Giovanni Bosco, che era al volante della Fiat Punto, la sorella Patrizia, 40 anni, ricoverata al Cardarelli,  e un’amica di famiglia, Anna Panico, 47 anni. Quest’ultima è in gravi condizioni ed è attualmente ricoverata in prognosi riservata.

 

Il conducente dell’Alfa 159, C.D’A., 40 anni, di Casoria invece è fuggito dall’ospedale nel quale era ricoverato. Il p.m. è stato costretto quindi ad emettere  un ordine di rintraccio. Sono anche stati disposti gli alcool test per verificare se i conducenti fossero ubriachi alla guida.

 

Secondo le ricostruzioni la Fiat Punto  saliva verso la sopraelevata e l’Alfa 159 scendeva lo svincolo dell’asse mediano all’altezza di Afragola. Le auto si sarebbero quindi scontrate frontalmente sulla rampa a doppio senso di circolazione. Le cause dell’impatto potrebbero essere l’alta velocità o la strada resa scivolosa dall’umidità.