Festa patronale a Sant’Antimo, vietati i fuochi in piazza. E’ polemica

Festa patronale a Sant’Antimo, vietati i fuochi in piazza. E’ polemica

Sant’Antimo. Il comandante dei Vigili Urbani, Biagio Chiariello, ha vietato con un’ordinanza la possibilità di esplodere petardi e fuochi d’artificio in occasione dei festeggiamenti del santo patrono. A motivare il provvedimento la necessità di tutelare la salute e l’incolumità pubblica.

La festa si svolge in piazza della Repubblica, su cui si affacciano il santuario, il palazzo baronale e altri edifici storici. Proprio di recente la piazza è stata oggetto di lavori di rivalorizzazione. Si teme che i fuochi possano danneggiare le facciate dei monumenti e rendere l’aria per i residenti irrespirabile, come già avvenuto in passato.

In città è polemica. C’è chi si schiera a favore dell’ordinanza del comandante Chiariello, per lo più animalisti e ambientalisti, e chi, invece, si oppone, per lo più fedeli devoti al patrono, ansiosi di festeggiare la ricorrenza anche con petardi e fuochi d’artificio.