Faida di Qualiano, assolto il boss della “Scissione”

Faida di Qualiano, assolto il boss della “Scissione”

Qualiano. Sentenza di primo grado ribaltata dalla I Sezione della Corte di Appello di Napoli per gli imputati ritenuti responsabili della faida di camorra tra i Pianese-D’Alterio e i De Rosa che insanguinò la città di Qualiano. Assolti Paride De Rosa e Massimo Giacomelli, entrambi condannati all’ergastolo in primo grado.

Pena ridotta per Luigi Mallardo, condannato a 30 anni e non più al carcere a vita. Confermate le pene per Bruno D’Alterio e Bruno Guadagno, condannati rispettivamente a 30 e 16 anni. Rispondono a vario titolo degli omicidi di Nicola Pianese, alias ‘o Mussuto, Armando Alderio, conosciuto come ‘o Scarpariello, Pasquale Russo detto ‘o Cartunaro, Carmine Starace e Antonio Sarappa,

L’escalation di morti scoppiò per contrasti interni alla cosca dei D’Alterio, retta da Raffaella D’Alterio – sorella del boss e dal fratello. Il gruppo di fuoco di Paride De Rosa si contrappose al clan storico per ottenere la gestione del racket e dello spaccio di droga.