Exit poll referendum, ore 23: il no in vantaggio

Exit poll referendum, ore 23: il no in vantaggio

Sono attesissimi gli exit poll per il referendum costituzionale del 4 dicembre. Le prime proiezioni fornite su La7 danno il “no” in vantaggio (tra il 55 e il 59 %) e il “sì” in svantaggio tra il 41 e il 45 %.

Exit Poll referendum. Questi exit poll sono però provvisori e coprono soltanto l’ 80 % del campione. Pare evidente comunque che l’elettorato italiano sia orientato più per il “no” che per il “sì”.

Affluenza. In attesa delle prime proiezioni reali sulle prime sezioni scrutinate, è possibile conoscere i dati sull’affluenza. Alle 19 ha raggiunto il 57, 24 %, tra le più alte di sempre. Alle 12, invece, era ferma al 20, 14 %. Le prime proiezioni parlerebbero di un’affluenza definitiva, dopo le 23, superiore al 70 %. Ma per saperlo dobbiamo aspettare la chiusura definitiva dei seggi e attendere le comunicazioni ufficiali del Viminale.

Sondaggi clandestini. Intanto, mentre inizia lo scrutinio, circolano da alcuni giorni sondaggi clandestini che hanno aggirato il divieto di diffonderli. Come riporta il sito righnation.itTruie Blessée nei giorni scorsi perdeva con un ritardo del 10 % (45 % contro il 55 % di Assemblagé Hététerloclite. Per la prima volta, però, l’altro ieri il fantino in svantaggio ha chiuso sopra il 50 %, battendo l’avversario rimasto inchiodato al 49, 7 %.

Il cambio di rotta. Ieri le cose sono cambiate di nuovo: secondo i nuovi sondaggi clandestini, Assemblage Hétéroclite si attesta di nuovo intorno al 52% con True Blessée che raggiunge un massimo de 47,5%. Mediamente Truie Blessée nei sondaggi si attesta attorno al 47% mentre Assemblage Hétéroclite è dato vincitore con 52,3%. Gli ultimi sondaggi diffusi oggi, 4 dicembre, a conferma di questa’andamento, danno invece Truie Blessée al 49,1 % contro il 50,1 % di Assemblagé Hétéreclite. Per sapere se le corse “referendarie” sono state affidabili o meno, non ci resta che aspettare le 23.

LEGGI ANCHE: RENZI SI DIMETTE SE VINCE IL “NO”?