Estorsione mafiosa, nei guai ex calciatore di Serie A

Estorsione mafiosa, nei guai ex calciatore di Serie A

Estorsione aggravata da metodi mafiosi. Questa l’accusa per Fabrizio Miccoli, ex calciatore di Serie A (nella foto insieme ad Alessandro Del Piero quando entrambi giocavano nella Juventus) e con alcune presenze anche in nazionale. E’ imputato nell’inchiesta che ha visto già a processo il figlio del boss del Kalsa Antonino Lauricella, Mauro. Il gup ha deciso per l’imputazione coatta nonostante la richiesta di archiviazione avanzata dalla Procura di Palermo.

L’inchiesta della Dia riguarda la presunta intimidazioni tra il 2010 del 2011 subite dall’allora gestore della discoteca Paparazzi di Isola delle Femmine, Andrea Graffagnini. Le intercettazioni hanno messo in luce le richieste portate avanti dal giovane Lauricella per recuperare un credito.

Come riporta Repubblica, secondo l’accusa i soldi spettavano al socio di Graffagnini, l’ex fisioterapista del Palermo Giorgio Gasparini che per recuperarli si sarebbe rivolto a Miccoli, il quale a sua volta avrebbe incaricato il suo amico Mauro Lauricella. Fecero discutere alcuni video finiti sul web, in particolare quelli che contenevano alcune frasi pronunciate da Miccoli su Giovanni Falcone.