Esclusiva. L’avvocato conferma “Marco Pantani sospettava di essere stato fatto fuori dal Giro d’Italia dalla camorra”

Esclusiva. L’avvocato conferma “Marco Pantani sospettava di essere stato fatto fuori dal Giro d’Italia dalla camorra”

“Le dichiarazioni parlano chiaro. Ci sono dichiarazioni agli atti di personaggi di grosso calibro che dicono è stato organizzata l’alterazione degli esami a Madonna di campiglio perchè pantani non doveva vincere il giro d’italia”. Queste le dichiarazioni di Antonio De Renzis, avvocato della famiglia Pantani, intervenuto nel corso di Parliamone, la trasmissione di Teleclubitalia.  “Sono dichiarazioni indiscutibili. Non possiamo e non dobbiamo fermarci. Mi opporrò alla richiesta di archiviazione. Non possiamo escludere che ci siano stati comportamenti estorsivi che hanno danneggiato la figura di Marco Pantani. Anche un  fenomeno di ipotetica corruzione quando è posta in essere da gruppi così pericolosi è chiaro che ha implicto dentro una minaccia. Pantani ha sempre avuto questo sentore, ha sempre cercato la verità sui fatti di Madonna di Campiglio, era diventata la sua ossessione. Era convinto di essere stato fregato. Lo ha detto quella mattina a tutti. La provetta non l’ha manomessa un boss ma qualcuno che quella mattina era lì a Campiglio. Facciamo tutto il possibile poi dopo lasciamo in pace Marco. Non solo è saltato in aria un campione del mondo ma è saltata un’esistenza”.

Nel corso della trasmissione è intervneuto anche Gigi Di Fiore, giornalista de il Mattino che ha dichiarato “I clan Mallardo e i Liccardi avevano i contatti per fare una cosa simile. I Mallardo sappiamo che capacità di infiltrazione e riciclaggio hanno. La forza e i collegamenti all’epoca potevano averli per organizzare un simile atto”. E proprio sui suddetti clan l’avvocato De Renzis ha detto che quei nomi “li ho letti nei documenti a mia disposizione”.