Emergenza criminalità, Poziello: “La città è videosorvegliata”. Guarino: “Più vigili in strada”

Emergenza criminalità, Poziello: “La città è videosorvegliata”. Guarino: “Più vigili in strada”

Ormai l’emergenza criminalità sul territorio di Giugliano sembra essere una costante. Dopo le tre rapine avvenute nel giro di poche ore i cittadini temono per la propria sicurezza. Il prossimo 30 novembre si terrà un consiglio comunale proprio sul tema ma al momento non sono ancora state protocollate proposte per capire come mettere un freno a delinquenti che agiscono indisturbati in città di notte come di giorno.

Il sindaco questa mattina ha scritto al prefetto e ai dirigenti di polizia e carabinieri ponendo il problema. La soluzione individuata interessa le telecamere di videosorveglianza. Sia il commissariato di polizia che la caserma dei carabinieri saranno collegate al sistema di videosorveglianza della municipale in tempo reale così che dovrebbero ridursi i tempi di azione e poter agire nell’immediato.

Il capogruppo di Giugliano Libera Francesco Iovinella fa sapere che “l’amministrazione sta lavorando con l’assessore Grauso proprio alla ricerca di soluzioni e più volte hanno sollecitato interventi alle forze dell’ordine – fa sapere – Il fenomeno si sconfigge solo con la presenza forte e massiccia di poliziotti in strada. Sicuramente l’amministrazione provvederà a installare altre telecamere di videosorveglianza, ma è necessario che si rafforzino di uomini e volanti polizia e carabinieri”.

Dall’opposizione il Pd per il prossimo venerdì ha in programma una conferenza stampa proprio sul tema sicurezza.

Mentre una delle proposte che verrà protocollata sarà quella di prolungare l’orario di lavoro della polizia municipale sino alle 23. A farlo sapere è Luigi Guarino. “Almeno il “salotto buono” della città è necessario che sia pattugliato sino a tardi: troviamo i fondi per pagare gli straordinari. La strigliata del sindaco ai giovani è evidente che non è servita. Dove lo Stato arretra, subentra la microdelinquenza. Per non parlare della fascia costiera dove se qualche malvivente pensa di derubare una casa, intanto che arrivano le forze dell’ordine è riuscito a svaligiarla e scappare”.