È venuta a mancare Ombretta Argenzio, una vita spesa per i diritti civili 

È venuta a mancare Ombretta Argenzio, una vita spesa per i diritti civili 

È venuta a mancare Ombretta Argenzio, dirigente del distretto sanitario di Giugliano. L’Argenzio era da mesi malata e stava lottando contro un brutto male. Manager nel mondo della sanità ha impegnato tutta la sua vita nella lotta per i diritti civili dei più disagiati combattendo per una sanità più equa e giusta. 

Sempre in prima linea per difendere la sua città nelle battaglie ambientali, non ha fatto mai mancare il suo contributo per qualsiasi iniziativa a favore dello sviluppo culturale della società giuglianese. Fu candidata anche alle elezioni regionali raggiungendo un ottimo risultato in città. Assessore della prima giunta Gerlini fu da esempio per la sua limpida azione politica. 

Ombretta Argenzio era una donna disponibile ed aperta, sempre pronta ad aiutare chiunque le chiedesse un impegno. Una donna esempio per altre donne per la sua integrità morale ed il suo altruismo. La sua prematura scomparsa è una grave perdita per Giugliano. 

Dopo Natale Russo, Feliciano Smarrazzo e Piero Cerato la sanità giuglianese perde un’altra delle sue colonne che aveva contribuito a portare questo comprensorio all’avanguardia rispetto al contesto regionale.