Dall’Italia, costretta a prostituirsi e uccisa di botte in strada: arrestati gli zii

Dall’Italia, costretta a prostituirsi e uccisa di botte in strada: arrestati gli zii

Sfruttamento della prostituzione e decesso a seguito di maltrattamenti in famiglia. Questi i reati contestati ad una coppia di Frosinone in seguito ad un’indagine condotta dai Carabinieri di Latina.

La vittima è Gloria Pompili, morta lo scorso 23 anni nel territorio comunale di Prossedi, piccolo centro della provincia di Latina. La ragazza si prostituiva a Nettuno e stava tornando a casa a Frosinone con la zia Loide Del Prete, di 39 anni, e il di lei compagno Saad Mohammed Mohammed, di 23 anni, di origine egiziana.

I tre convivevano insieme ai due figli della vittima e al compagno. La sera della morte di due chiamarono l’ambulanza per un malore della 39enne. Le indagini hanno appurato che i due avevano caricato in macchina la donna e stavano tornando a casa verso Frosinone.

L’ipotesi è che i due costringessero la donna a prostituirsi con la forza e che quella sera l’avessero picchiata per ragioni imprecisate, provocandole delle lesioni interne mortali.

FOTO IL MATTINO