Cosentino in cella da 850 giorni senza una condanna. Giustizia o persecuzione?

Cosentino in cella da 850 giorni senza una condanna. Giustizia o persecuzione?

Napoli. Nicola Cosentino in cella da 850 giorni senza una condanna, giustizia o persecuzione? Diciamolo subito, non siamo fan di Cosentino. Siamo però allergici alle ingiustizie. L’ex sottosegretario oramai è in galera da più di due anni ed ancora non ha subito nessuna condanna.

I processi infatti sono tutti in corso. Cosentino è privo della sua libertà solo per esigenze “cautelari” e non per aver commesso un illecito accertato. Oggi anche un quotidiano di caratura nazionale si è occupato del caso: la Stampa dalle sue colonne ha perorato la vicenda di Nik o’ Mericano.

Un tempo i cosentiniani erano una fortissima corrente politica. Oggi cosentiniano è una delle peggiori offese che si possano affibbiare. I capibastone di una volta fanno a gare per far dimenticare la loro “provenienza” e cercano in ogni modo di riciclarsi.

Qualsiasi cosa abbia fatto Cosentino merita di essere giudicato in tempi certi e giusti e forse anche di non essere rinnegato dai suoi. Si sa però che quando gli uomini di potere scendano da cavallo, neanche il cavallo più li saluta.