Corrente sottratta illegalmente: comune accusato di furto

Corrente sottratta illegalmente: comune accusato di furto

Il Comune di Santa Maria a Vico, nel casertano, è accusato di aver usufruito illegalmente di energia elettrica attraverso ventisei lampioni allacciati sulla cabina principale dell’Enel.

È quanto emerso dalle indagini condotte dai Carabinieri, con l’aiuto degli operai della sede Enel di Caserta, che hanno scoperto gli allacci illeciti ed accertato l’ipotesi di furto aggravato continuato commesso dall’ente.

Da una prima stima fatta dai tecnici il danno ammonterebbe a circa 100mila euro. Sono ancora in corso invece le indagini per cercare di individuare il responsabile o chi ha commesso l’errore.

Nella giornata di oggi il sindaco Andrea Pirozzi e il responsabile dell’ufficio tecnico Valentino Ferrara dovranno fornire chiarimenti alle forze dell’ordine.