Consiglio comunale a Mugnano, novità per vigili urbani e trasporto collettivo privato

Consiglio comunale a Mugnano, novità per vigili urbani e trasporto collettivo privato

Mugnano. Grandi novità per i vigili urbani e per il trasporto collettivo privato. Il Consiglio comunale, riunitosi nella serata di giovedì, ha approvato il regolamento per il corpo della Polizia Municipale e quello relativo alla disciplina dei servizi pubblici non di linea.

Con il primo provvedimento è stato finalmente disciplinato l’intero comparto dei caschi bianchi: dal vestiario ai gradi; dalle onorificenze ai veicoli fino alla dotazione della armi. Con la delibera sul trasporto collettivo privato, invece, l’amministrazione targata Sarnataro ha regolamentato il trasporto di persone mediante servizi pubblici non di linea, ovvero taxi e noleggio con conducente. “Con questi atti – spiega l’assessore alla Polizia Municipale e alla Viabilità Vincenzo Massarelli – diamo una regolamentazione definitiva alle due materie, carenti da tempo. Approvando il regolamento sul trasporto privato potremo creare nuove opportunità occupazionali, considerata la forte richiesta di autovetture per il servizio di noleggio da rimessa con conducente. Nei prossimi mesi ci attiveremo per aprire il concorso per l’assegnazione delle licenze e delle autorizzazioni”. A

soffermarsi, invece, sull’importanza del regolamento dei vigili urbani è il sindaco Luigi Sarnataro: “Si tratta di un atto fondamentale per la vita amministrativa del Comune, che doveva essere approvato da tempo. Basti pensare che l’ultimo regolamento in merito fu approvato nel 1934, praticamente più di 80 anni fa. Siamo andati a migliorare tutta l’organizzazione del corpo, implementando la sezione che si occupa di viabilità con l’assunzione a settembre, tramite mobilità, di quattro vigili part time. In questo modo la polizia municipale potrà rispondere meglio alle esigenze del territorio, che con gli anni sono mutate, prestando maggiore attenzione in primis alle tematiche ambientali. Ringrazio i consiglieri che hanno lavorato all’interno delle commissioni per approvare questi importanti regolamenti”.