Condannato a 30 anni, il killer del “re delle mele” lascia il carcere

Condannato a 30 anni, il killer del “re delle mele” lascia il carcere

Giugliano. Era stato condannato a 30 anni per omicidio, ora esce dal carcere e va ai domiciliari. Pasquale Savanelli, l’ex socio ed assassino di Gennaro Galdiero (in foto) – il «re delle mele» originario di Calvizzano ed ucciso nel maggio del 2014 a Caianello con sei colpi di pistola – sconterà gli arresti presso la sua abitazione a Giugliano dopo due anni in cella.

La decisione è stata presa per motivi di salute. Secondo il giudice, che ha accolto la richiesta dell’avvocato difensore, vista la precaria condizione dell’imputato (condannato per omicidio volontario nell’ottobre 2015 con il rito abbreviato) c’è l’incompatibilità con il carcere. Savanelli nei mesi scorsi è stato anche ricoverato in ospedale ed a quanto pare non ha mai retto la vita dura del carcere. Il killer e la vittima erano i titolari di coop agricole riunite nell’Aop.