Colpo a Cosa Nostra, arresti anche a Marano. Preso fedelissimo di Messina Denaro

Colpo a Cosa Nostra, arresti anche a Marano. Preso fedelissimo di Messina Denaro

Colpo a Cosa Nostra, i palermitani compravano droga in Campania. I carabinieri hanno arrestato tra Napoli e Palermo i palermitani Matteo Cracolici, 49 anni, Francesco Failla 42 anni, Antonino Marino, 38 anni e i napoletani Giuliano Marano, 44 anni, Francesco Greco, nato a Marano (Na), 63 anni e Francesco Battinelli, 53 anni. Sono in corso le ricerche di una settima persona. Sono accusati di associazione finalizzata al traffico di droga.

I provvedimenti sono del gip Lorenzo Janelli su richiesta della procura di Palermo. L’indagine è una costola di quella denominata “Panta Rei”, che a dicembre 2015 portò all’arresto di 38 persone ritenute appartenere ai mandamenti di Porta Nuova e Villabate-Bagheria. I carabinieri hanno individuato un canale di approvvigionamento di hashish sul’asse Napoli-Palermo, che serviva a inondare le piazze di spaccio della città. I rapporti tra esponenti di vertice del mandamento di Porta Nuova e un pregiudicato 50enne palermitano, Matteo Cracolici (in foto), ritenuto un favoreggiatore di Matteo Messina Denaro, ha consentito numerosi sequestri di droga. L’hashish – riporta La Repubblica – arrivava in auto a Palermo, attraverso fidati corrieri, direttamente da Napoli. Nel segno di un nuovo asse criminale Sicilia-Campania, consolidato dal fiancheggiatore del superlatitante, figura chiave nelle indagini.