Cocaina nella movida, preso il pusher dei “baretti” di Chiaia

Cocaina nella movida, preso il pusher dei “baretti” di Chiaia

Napoli. In crescita il fenomeno delle “piazze di spaccio” itineranti, poste in essere da spacciatori che, al fine di poter agire indisturbati, ricevono richieste telefoniche per l’acquisto di dosi di droga effettuando le consegne a domicilio.

E’ il caso di un giovane 19enne, Antonio De Monte, arrestato dalla Polizia di Stato nella serata di ieri che, dal quartiere Fuorigrotta, si recava in quello di Chiaia per rifornire di droga i giovani che frequentano la zona dei “baretti”.

Gli agenti del Commissariato di Polizia “ S. Ferdinando”, nel corso dei servizi di prevenzione nella zona della movida, molto affollata nei fine settimana, hanno notato il giovane giungere a bordo di uno scooter.

Il giovane, dopo aver parcheggiato lo scooter, s’incamminava verso vico Satriano, ove lo attendevano due coetanei con i quali effettuava lo scambio droga/soldi. Il fulmineo intervento dei poliziotti ha consentito di bloccare sia il 19enne che i due acquirenti. Indosso allo spacciatore, rinvenute 6 dosi di cocaina e la somma di €.500,00 suddivisa in banconote di vario taglio.

Da una perquisizione nell’abitazione ove il giovane abitualmente dimora, nel quartiere Fuorigrotta, gli agenti hanno rinvenuto e sequestrato due bilancini di precisione, la somma di 980 euro, oltre ad un involucro contenente altra sostanza stupefacente, risultata anche questa essere “cocaina”.

Lo scooter sul quale viaggiava è stato sequestrato, così come anche due telefoni cellulari , utilizzati per ricevere gli “ordinativi” e fissare gli appuntamenti per la consegna delle dosi di cocaina.

De Monte è stato arrestato, perché responsabile del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente e condotto dalla Polizia alla Casa Circondariale di Poggioreale.