Clan Lo Russo, scarcerato il titolare di “Calabritto 28”

Clan Lo Russo, scarcerato il titolare di “Calabritto 28”

Napoli. Ospitò il boss latitante, arriva la decisione per il gioiellerie dei vip dopo l’arresto.  É stato scarcerato, dal Tribunale del Riesame di Napoli, il noto gioielliere Luigi Scognamiglio, titolare del marchio di orologi “Calabritto28”, arrestato lo scorso 24 gennaio dalla Dia con l’accusa di avere favorito la latitanza del boss della camorra Antonio Lo Russo, in più occasioni fotografato a bordo campo durante alcune partite casalinghe del Napoli.

Il Tribunale della Libertà – secondo quanto riportano organi di stampa – ha accolto l’istanza difensiva presentata dai legali del gioielliere, gli avvocati Fabiana Portanova e Sergio Cola. Avrebbe ammesso di aver ospitato nella sua abitazione di Chiaia l’ex reggente dei “Capitoni” di Miano, poi catturato a Nizza.