Città Metropolitana, riqualificazione degli edifici industriali dismessi. Dieci i comuni nel protocollo d’intesa

Città Metropolitana, riqualificazione degli edifici industriali dismessi. Dieci i comuni nel protocollo d’intesa

Un protocollo d’intesa tra la Città metropolitana di Napoli e l’Associazione Costruttori Edili di Napoli (ACEN) è stato siglato sottoscritto questa mattina a palazzo Matteotti dal presidente dell’Associazione Francesco Tuccillo e dal sindaco metropolitano di Napoli, Luigi de Magistris.

 

L’intesa intende procedere all’individuazione di edifici industriali dismessi o in disuso, da sottoporre a riqualificazione o trasformazione urbanistica esistenti nel territorio dei comuni di Pozzuoli, Quarto, Marano, Mugnano, Casoria, Volla, Cercola, Casavatore, Arzano e Melito.

 

La definitiva chiusura di molte attività industriali localizzate nelle aree D di Comuni ricadenti nel territorio della Città metropolitana ha determinato la formazione di “voragini urbane” che continuano ad occupare territorio urbano ed inquinarlo con i suoi residui. Inoltre, gli indirizzi prevalenti della normativa comunitaria, nazionale e regionale relativa al governo del territorio, sono orientati nel senso di favorire il recupero e la riqualificazione delle aree già destinate ad impianti produttivi e non più utilizzate onde ridurre al minimo il consumo di nuovo suolo.

 

La Città metropolitana, nell’ambito dell’attività di co-pianificazione con i comuni, persegue, tra gli altri, l’obiettivo di incoraggiare la riconversione delle suddette aree attraverso interventi di riqualificazione o trasformazione urbanistica, così da reperire spazi da destinare a nuovi scopi produttivi, commerciali e turistici con beneficio occupazionale, senza intaccare le aree libere.