“Città contro la pena di morte”, aderisce anche Giugliano. “Per due giorni il comune resterà illuminato”

“Città contro la pena di morte”, aderisce anche Giugliano. “Per due giorni il comune resterà illuminato”

GIUGLIANO. Il comune di Giugliano ha aderito all’iniziativa di sensibilizzazione della comunità di Sant’Egidio e della pastorale marista giugliano per la giornata internazionale cities for life, “città per la vita, città contro la pena di morte” per la difesa dei diritti umani in ricordo dell’anniversario della prima abolizione per legge della pena capitale da parte del Granducato di Toscana, nel 1786.

Le consigliere Tartarone e Poziello ribadiscono che si tratta di un’iniziativa molto importante che oggi coinvolge più di 2000 città nella lotta alla più atroce delle torture.

Non si può dimenticare come la pena di morte, strumento di giustizia ignobile e spietato, inefficace e disumano venga tuttora utilizzato in numerosi stati del mondo in palese violazione del diritto internazionale.

E’ sconcertante pensare che tanti siano i paesi a essere ancora legati alla concezione che tale strumento possa costituire un deterrente per contrastare la criminalità. E’ necessario, invece, ricordare che la lotta contro la pena di morte deve passar attraverso una forte sensibilizzazione sul tema, attraverso una maggiore informazione ed educazione alla difesa dei diritti umani al fine di delegittimare ogni forma di violenza contro il genere umano.

A Giugliano al 30 novembre al 1 dicembre il palazzo comunale resterà illuminato. Il sindaco Poziello ricorda: “Giugliano, città della vita e per la vita”.

Com. stampa