Choc ad Acerra, ragazzino stuprato nella sede del PD. Sotto chiave i locali

Choc ad Acerra, ragazzino stuprato nella sede del PD. Sotto chiave i locali

Ragazzino stuprato da un 37enne nella sede del Partito Democratico. E’ questa la denuncia choc di un minore. La violenza si sarebbe consumata ad Acerra, in piazza Castello. I locali del PD sono stati posti sotto sequestro.

Subito dopo la denuncia, è stato sottoposto ad interrogatorio il presunto stupratore, che però ha negato qualsiasi addebito a suo carico. Sui fatti indagano i Carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna e la Procura di Nola. I militari dell’Arma hanno ispezionato la scena del presunto stupro ma al momento non hanno trovato dettagli sufficienti ad incastrare il 37enne, tranne un particolare: una scala che sarebbe stata usata per accedere di nascosto all’interno della sede del partito.

Intanto i locali di piazza Castello sono stati posti sotto sequestro. Analizzati divani, sedie e tavoli. La violenza sarebbe stata consumata nel pomeriggio di sabato: il ragazzino sarebbe stato condotto all’interno degli appartamenti adibiti a sede del partito e poi violentato, così come ha raccontato ai carabinieri alla presenza del padre e della madre. Una vicenda dai contorni torbidi che potrebe rivelare ulteriori restroscena: il 37enne, interrogato, è stato al momento rilasciato in attesa di ulteriori elementi investigativi.