Choc dal Belgio, bimba di due anni grigliata viva dalla madre. “Doveva andare in Paradiso”

Choc dal Belgio, bimba di due anni grigliata viva dalla madre. “Doveva andare in Paradiso”

Una segnalazione dei vicini e l’arrivo della Polizia. Poi la macabra scoperta. Il corpo di una bambina di due anni quasi totalmente carbonizzato. I vicini avevano prima sentito delle urla e poi avevano notato una coltre di fumo nera provenire da un garage. Il tutto è avvenuto nella cittadina di Zemst, a nord di Bruxelles, in Belgio.

La piccola è stata trovata senza vita all’interno di un barbecue. Per la sua morte è stata fermata la madre. La donna è ancora sotto choc ed è ricoverata in ospedale, per questo la Polizia non l’ha ancora interrogata. Da alcune indiscrezioni trapela però che le prime parole della donna sarebbero state: “Dovevamo andare in Paradiso insieme”.

La Polizia tiene il massimo riserbo sulla vicenda. L’identità della donna non è stata resa nota, si conosce solo l’età: 27 anni. L’autopsia sul corpo della vittima è stata svolta ma l’esito è stato tenuto segreto per motivi di privacy. Resta da chiarire se la piccola sia stata bruciata viva o se fosse già morta quando è stata chiusa nel barbecue.