Choc a Napoli, padre strangola figlio durante una lite

Choc a Napoli, padre strangola figlio durante una lite

  Tragedia a Pianura. Un uomo di 67 anni Santo Avagliano durante una furibonda lite in famiglia ha strangolato questa sera suo figlio Massiliamo di 42 anni. È successo in uno stabile al numero 45 di via Castaldi e Sequino, a Pianura. Ancora sconosciuti i motivi della lite. Sul posto è intervenuta la Polizia.

Il padre-omicida è stato fermato dagli agenti della Polizia. Il delitto – sempre secondo si apprende dalla Questura – è avvenuto intorno alle 21.30 all’interno dell’abitazione della famiglia, al quinto piano dello stabile. A dare l’allarme al 112 è stata la moglie di Santo Avagliano che ha detto ai carabinieri: «Correte, c’è stata una disgrazia». La chiamata è stata girata alla Polizia, che si trovava nella zona di Pianura. All’arrivo in casa, gli agenti hanno trovato Massimiliano Avagliano già morto e il padre in stato di choc.

Sembra, secondo il racconto della donna, in evidente stato di choc, che padre e figlio abbiamo cominciato a discutere animatamente. Poi la lite è divenuta sempre più accesa e i due sono passati alle mani. Ad un tratto in preda all’esasperazione il padre Santo ha afferrato il figlio e gli ha stretto le mani al collo, fino a strangolarlo. Massimiliano è stramazzato al suolo esanime. La madre disperata ha preso il telefono ed ha chiesto aiuto.

L’omicida è stato bloccato e – riferiscono gli investigatori – si è subito mostrato collaborativo. Massimiliano Avagliano – secondo gli elementi raccolti finora – viveva in casa con il padre e la madre. La Polizia sta facendo indagini per ricostruire i motivi della lite.

Fonte: il mattino