Castellammare, rapina alla gioielleria “Cimmino” finisce nel sangue

Castellammare, rapina alla gioielleria “Cimmino” finisce nel sangue

Rapina finisce nel sangue a Castellammare di Stabia. Un proprietario di una nota gioielleria ha reagito al tentativo di rapina ed è stato ferito.

Due i banditi che sono entrati in azione con il volto travisato. Uno ha fatto da palo mentre l’altro ha fatto irruzione armato di fucile intimando al titolare della gioielleria “Cimmino“, un 35enne, di consegnare il denaro contenuto nella cassa e i gioielli.

Alla reazione del gioielliere, il rapinatore ha risposto sferrando alcuni colpi con il calcio del fucile procurandogli ferite lacero contuse allo zigomo destro, alla fronte e alla zona occipitale.

L’uomo è stato portato dal 118 all’ospedale San Leonardo dove sono stati suturati i tagli. Non è in pericolo di vita anche se è rimasto gravemente ferito. I carabinieri hanno avviato le indagini e stanno raccogliendo immagini dai sistemi di videosorveglianza della zona.