Caso Cantone. Richiesta di archiviazione, la mamma: “Mia figlia uccisa per la terza volta”

Caso Cantone. Richiesta di archiviazione, la mamma: “Mia figlia uccisa per la terza volta”

Non riesce a trattenere la sua indignazione Maria Teresa Giglio e madre di Tiziana Cantone dopo la notizia della richiesta d’archiviazione del pubblico ministero nei confronti dei quattro ragazzi di Battipaglia e Salerno indicati da Tiziana nell’ambito di un’indagine per diffamazione. Il suo sfogo alle pagine de “Il Mattino”: «È vergognoso, Tiziana è stata uccisa per la terza volta, in mattinata mi ha telefonata il mio avvocato, non potevo crederci. Qui è in gioco anche il futuro di altre ragazze che potrebbero essere date in pasto al web senza il loro consenso, come si fa a chiudere un procedimento in questa maniera? Non voglio dare giudizi, non sono all’altezza, ma io aspettavo delle risposte dalla magistratura: finora non sono arrivate, spero che decida con il cuore, con più umanità. Perdendo mia figlia io ho perso tutto, Tiziana era la mia unica figlia. Non voglio che succeda ad altri genitori».