Carpi, due bus si schiantano contro un scuola. Studenti sotto choc

Carpi, due bus si schiantano contro un scuola. Studenti sotto choc

Quando gli studenti di Carpi si sono svegliati hanno pensato subito a un attacco terroristico. Due bus si sono schiantati la scorsa notte, intorno alle quattro, contro la scuola Meucci di Carpi, in quel momento chiusa: uno ha sfondato il cancello esterno, l’altro è invece finito contro l’ingresso principale.

L’episodio ha avuto inizio poco prima con una incursione al deposito dei bus “Arianna”. Ignoti hanno rubato dal deposito cinque autobus: due sono stati lasciati nel piazzale, uno è stato abbandonato in via Tre Ponti, mentre gli altri due sono finiti appunto contro l’istituto superiore tecnico-commerciale Meucci. Sospese le lezioni. Sul posto, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco, anche il sindaco di Carpi Alberto Bellelli. Per il momento non viene esclusa nessuna ipotesi, anche se si propende per un atto di vandalismo o un atto intimidatorio.

I danni ammontano a oltre 70mila euro. La cifra scaturisce da una prima stima effettuata dai tecnici del servizio Edilizia della Provincia di Modena. È emerso che sono stati distrutti le due vetrate dell’ingresso principale e relativi infissi metallici, buona parte dei controsoffitti dell’atrio comprese plafoniere, sensori allarme incendio e colonnina con impianti elettrici; prima di entrare nell’atrio i vandali, a bordo dei due pulmini, hanno sfondato tutti i tre cancelli esterni e danneggiato l’area verde.

Il presidente della Provincia Gian Carlo Muzzarelli, manifesta «tutto il rammarico e lo stupore per un atto grave che colpisce una scuola, un bene pubblico patrimonio di tutti. Ci auguriamo che i responsabili siano presto individuati e puniti severamente». Nel frattempo con una ordinanza la Provincia ha sospeso le lezioni fino a lunedì 24 aprile compreso.