Cardito, fidanzati spacciano droga a bordo di un caravan. Arrestati

Cardito, fidanzati spacciano droga a bordo di un caravan. Arrestati

Una maniera un po’ insolita di spacciare droga quella escogitata da una coppia di fidanzati, arrestata dagli agenti del Commissariato di P.S. “Afragola”, nella serata di ieri, a Cardito. Lo facevano infatti a bordo di un caravan

Domenico Capasso, 36enne di Caivano, con precedenti specifici, infatti, a bordo di un camioncino Mercedes, e con la complicità della fidanzata, Immacolata Del Prete, 24enne di Cardito, erano soliti spacciare marijuana, in maniera itinerante, recandosi nei luoghi maggiormente frequentati dai giovani.

Non facile l’attività d’indagine svolta dai poliziotti che, nella serata di ieri, dopo un servizio di osservazione e pedinamento, ha portato all’arresto dei due spacciatori, oltre al sequestro di 70 dosi di marijuana.

I poliziotti hanno osservato il modus operandi degli spacciatori che, dopo essere transitato nei pressi di un istituto scolastico, la villa Comunale, un centro polifunzionale per attività ginniche, il campo sportivo ed un pub, effettuava una sosta ove erano presenti dei ragazzi.

Capasso, dopo essere disceso dal caravan da lui condotto, riceveva delle banconote dai giovani con i quali si era fermato a parlare. A tal punto, alla fidanzata, rimasta a bordo del caravan, spettava il compito di prelevare le dosi di marijuana richieste. Gli agenti, dopo aver assistito a vari scambi droga-soldi, precludendo agli spacciatori qualsiasi possibilità di fuga, bloccavano la coppia di fidanzati.

Parte delle dosi di stupefacente da smerciare, erano state nascoste all’interno dell’aeratore dell’abitacolo del caravan altre, invece, sono state rinvenute nel vano portaoggetti. Capasso e Del Prete sono stati arrestati, perché responsabili, in concorso tra loro, del reato di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

La 24enne è stata sottoposta ai domiciliari, mentre il 36enne è stato condotto alle camere di sicurezza della Questura. Stamane, entrambi saranno giudicati con rito per direttissima.