Capodanno, 45 feriti nel Napoletano: 2 colpiti da proiettili vaganti

Capodanno, 45 feriti nel Napoletano: 2 colpiti da proiettili vaganti

Napoli. Capodanno, dati restano gravi ma in calo. E’ di 45 feriti il bilancio della notte di San Silvestro nel Napoletano. Il più grave è un bambino di 9 anni, ricoverato all’ ospedale pediatrico “Santobono” con ferite alle mani ed ustioni. Un altro bambino è rimasto ferito a Pratola Serra (Avellino) e trasportato a Napoli. Per entrambi la prognosi è di 30 giorni.

31 i feriti a Napoli città, tra i quali cinque minori, 15 in provincia, con due minori. Due dei feriti sono stati colpiti da proiettili vaganti. Il dato dei feriti per i botti nella notte di San Silvestro continua a calare. L’anno scorso furono 51 i feriti nel Napoletano.

Due persone, dunque, sono state ferite da proeittili vaganti nella notte di Capodanno a Napoli. E’ ricoverato all’ ospedale “Loreto Mare” B.G., 59 anni, residente ad Avella (Avellino). L’ uomo è stato colpito al collo da un colpo di arma da fuoco e dovrà essere operato per l’ estrazione del proiettile.

Alla Polizia B.G., bracciante agricolo, ha riferito di essere stato colpito mentre era alla guida di un camioncino all’ angolo tra via Ventaglieri e vico Montesanto, nel centro della città. Sulla carrozzerie del camioncino la Polizia ha rilevato la presenza di tre fori di proiettile, ma a terra non sono stati trovati bossoli.

Ferita di striscio alle ginocchia da un altro proiettile vagante A.C., 64 anni, abitante a Ponticelli, periferia orientale della città. La donna si trovava sul balcone di casa quando è stata colpita. Medicata all’ ospedale “Villa Betania”, guarirà in 10 giorni.