Capicollo giuglianese e sidro di mela annurca, Giugliano chiede il marchio Dop

Capicollo giuglianese e sidro di mela annurca, Giugliano chiede il marchio Dop

Giugliano. L’amministrazione comunale ha presentato due candidature di prodotti tipici tradizionali per l’inserimento nell’elenco delle Produzioni Agroalimentari e Tradizionali DOP della Regione Campania. Si tratta del capicollo giuglianese e del sidro di mela annurca.

Con delibera di Giunta dello scorso 9 febbraio – su proprosta degli assessori Vincenzo Mauriello (Welfare) e Giulio Di Napoli (Attività Produttive), è stato istituito uno sportello temporaneo finalizzato a raccogliere le istanze di inserimento nell’Elenco delle produzioni agroalimentari campane di nuove tipologie di prodotto tradizionale.

Così è stata pubblicata una manifestazione d’interesse in cui si invitava a presentare richiesta di inserimento di prodotti tipici. Diverse le aziende che hanno aderito. Per il Capicollo Giuglianese: gruppo Frontanella; D’orta Carni; Panico Antonio; De Rosa Filippo, Ericina Vincenzo – produttori e detentori dell’antica ricetta di trasformazioni carni del prestigioso salame giuglianese annoverato tra i migliori salumi italiani selezionati dalla guida Touring Club Italia.

Per il ‘Sidro di Mela Annurca’: Pasqualino Niola, Francesco Abate e Castrese Galluccio, le cui tecniche di lavorazione derivano dalla civiltà cumana che ha dato al nostro territorio la gran parte delle conoscenze della tradizione agricola. Giugliano é da sempre considerato il Paese della mela annurca.  L’Amministrazione Comunale annuncia che ha provveduto ad inviare agli Uffici preposti della Regione Campania le istanze pervenute.