Camorra, pestaggi e droga: il nuovo clan che da Arzano a Scampia usa metodi nazisti

Camorra, pestaggi e droga: il nuovo clan che da Arzano a Scampia usa metodi nazisti

C’è una nuova compagine criminale che, da Arzano, sta provando la scalata al potere, allargando i suoi confini e interessi anche sui territori di Scampia e Secondigliano. Sembra essere questo il quadro criminale che si sta delineando nell’ultimo periodo come riportato dal quotidiano Il Mattino.

Un clan che utilizza metodi “nazisti”, con violenze efferate nei confronti di affiliati disobbedienti o di persone che si ribellano alle estorsioni o, semplicemente, non si piegano ai voleri dell’organizzazione.

Sarebbe questa la nuova minaccia tracciata dalle indagini degli esperti dell’Antimafia. Secondo gli 007 il clan ha uno stretto controllo del territorio e dei cittadini che lo abitano, costretti a subire violenze e ritorsioni e a restare in silenzio. Un testimone ascoltato nell’ambito di un’inchiesta per estorsione ha espressamente paragonato i metodi della compagine criminali a quelli della Gestapo nella Germania Nazista.

E gli inquirenti non nascondono i timori di quelli che potrebbero essere potenziali sviluppi della crescita e del tentativo di prendere il potere di questo nuovo clan che si sta imponendo sulla scena. Molte le denunce di pestaggi e violenze di ogni tipo. Inoltre, pare che gli affiliati siano in totale una ventina, tutti dotati di un certificato di tossicodipendenza rilasciato dall’ASL.

Se si tratti di una coincidenza di una precisa strategia non è ancora dato saperlo e gli inquirenti sono al lavoro per chiarirlo. Fatto sta che con certificati di dipendenza da sostanze stupefacenti si può evitare l’arresto e ottenere pene più blande.