Camorra a Mugnano, non solo il consigliere Bove: indagati anche i Moxedano

Camorra a Mugnano, non solo il consigliere Bove: indagati anche i Moxedano

Mugnano. Affari, politica e camorra. Ci sono anche altri indagati nell’inchiesta che ha portato al divieto di dimora a Napoli e provincia per il consigliere comunale d’opposizione Gennaro Bove, accusato di associazione di tipo mafioso perchè ritenuto dalla Dda vicino al clan Amato-Pagano (i cosiddetti Scissionisti).

Nell’inchiesta per riciclaggio di fondi e fittizie intestazioni di immobili e società per favorire il clan Amato-Pagano, infatti – come riporta Il Mattino ci sono anche Mario, Dino e Raffaele Moxedano. Mario Moxedano è stato vicepresidente del Calcio Napoli e hai poi guidato numerose società calcistiche, tra cui il Neapolis Mugnano ed il Giugliano. Tra gli indagati anche i due figli quindi dell’imprenditore mugnanese, Dino e Raffaele. Moxedano fu già arrestato due anni fa in un’inchiesta sul calcioscommesse. Gli indagati in tutto sono 80 e nella lunga lista c’è anche il capoclan scissionista Cesare Pagano, già detenuto nel carcere di Ascoli Piceno.