Calvizzano, tenta di strangolare un operatore del centro d’accoglienza: arrestato

Calvizzano, tenta di strangolare un operatore del centro d’accoglienza: arrestato

Calvizzano. Follia nel centro d’accoglienza “Villa Luigi” in via Mazzini a Calvizzano. Uno degli ospiti, richiedente protezione internazionale, ieri mattina ha aggredito uno degli operatori della struttura ed è stato arrestato dai carabinieri. Prima l’aggressione verbale, poi quella fisica: mani al collo nel tentativo di soffocarlo. Il tutto sarebbe avvenuto per futili motivi.

L’extracomunitario è stato subito bloccato da altri operatori e dai carabinieri della locale stazione, coordinati dalla Compagnia di Giugliano diretta dal capitano Antonio De Lise, subito intervenuti sul posto. La vittima è stata dunque trasportata al pronto soccorso dell’ospedale San Giuliano di Giugliano dove i medici, dopo le cure del caso, l’hanno giudicato guaribile in 3 giorni e dimesso. Non ci sono altri feriti.

L’immigrato è dunque finito in manette. Si tratta di Isibor Unity, nigeriano classe 1988 con precedenti di polizia. E’ accusato di resistenza a pubblico ufficiale e rifiuto d’indicazioni sulla propria identità, violenza, minaccia e lesioni ad incaricato di un pubblico servizio. E’ stato ristretto presso le camere sicurezza della Compagnia in attesa della celebrazione del giudizio direttissimo.