Calvizzano. Scrutatori per i referendum: 24 nominati direttamente, 8 sorteggiati

Calvizzano. Scrutatori per i referendum: 24 nominati direttamente, 8 sorteggiati

Calvizzano è rimasto uno dei pochi Comuni del comprensorio giuglianese dove gli scrutatori non sono stati sorteggiati, tranne gli 8 in quota al consigliere di minoranza Angela De Vito, che, ancora una volta, ha inteso privilegiare studenti e disoccupati. I 24 spettanti alla maggioranza pare siano stati così divisi: 2 ciascuno a Luciano Borrelli, Antonio Ferrillo, Antonio Di Rosa, Lorenzo Grasso, Vincenzo Trichillo, Roberto Vellecco, uno ciascuno agli altri (Antonio Di Marino, Giuseppe Santopaolo, Flora Del Prete, Maria Luisa Ferrigno, Maddalena Trinchillo, Antonio Mauriello. Al sindaco ne sarebbero toccati sei, ma avrebbe dovuto accontentare qualche suo fedelissimo, tra cui Pasquale Napolano, ex assessore ai tempi di Granata sindaco.
Nulla di illegale, poiché la legge prevede la nomina diretta degli scrutatori, ma in quasi tutti i Comuni dell’hinterland si è preferito adottare il metodo del sorteggio sia per una questione di trasparenza sia per agevolare i più bisognosi del territorio che vivono veramente nell’indigenza totale.
La Commissione elettorale, presieduta dal sindaco Giuseppe Salatiello, fu eletta nel Consiglio comunale del 6 giugno del 2013. Ne fanno parte tre componenti effettivi e tre supplenti.
Componenti effettivi: Giuseppe Santopaolo e Maddalena Trinchillo per la maggioranza; Angela De Vito per la minoranza.
Supplenti: Vincenzo Trinchillo, Roberto Vellecco, Flora Del Prete, tutti e tre consiglieri comunali di maggioranza, poiché la Del Prete, eletta nella lista Pirozzi, pochi mesi dopo l’insediamento dell’amministrazione Salatiello, decise di passare dai banchi dell’opposizione a quelli della maggioranza. Nella Commissione riunitasi lunedì di Albis, il consigliere comunale Vincenzo Trinchillo ha sostituito il suo collega Giuseppe Santopaolo.

 

Domenico Rosiello